Realtà virtuale e aumentata, i settori in espansione

mercoledì 13 Gennaio, 2016

Realtà virtuale e aumentata, i settori in espansione

Anche in questo inizio 2016, “realtà aumentata” e “realtà virtuale” sono argomenti di tendenza. Mentre la prima consente di accedere ad informazioni che non sono percepibili con i cinque sensi, la seconda permette, in un istante, di immergersi in uno scenario realistico differente dalla realtà, interagendo con gli oggetti presenti. In entrambi i casi, i device utilizzati possono essere occhiali, caschi e guanti, che grazie a dei sensori fanno sì che l’utilizzatore possa vivere una nuova esperienza digitale.

realtà-virtuale-subAl giorno d’oggi questi concetti sono stati allargati e trovano collocazione anche nel vasto mondo mobile. Prendiamo ad esempio le diffuse applicazioni che fungono da “guida turistica”. Basta munirsi di uno smartphone con fotocamera e una connessione internet per avere informazioni dettagliate sui monumenti e attrazioni della località d’interesse o semplicemente visitare le piazze e i luoghi tipici di un paese nel mondo comodamente dal divano!

Il mercato è in evoluzione e l’inserimento della realtà virtuale è sempre più diffuso. I settori produttivi che stanno progettando di adottare questa tecnologia in futuro sono:

  • vendita al dettaglio
  • immobiliare
  • automotive
  • culturale/viaggi

senza dimenticare il precedente utilizzo nell’esercito e nei videogames.

Vendita al dettaglio

Nel settore della moda, il cambio di frontiera riguarderà la realizzazione di camerini virtuali, dove la clientela avrà la possibilità di provare infiniti abiti. Un grande colosso dell’informatica come Microsoft ha posto la sua attenzione su questa innovazione, pensando di espandere l’utilizzo del Kinect (strumento dotato di fotocamera RGB e sensore di profondità a raggi infrarossi che consente ad un individuo il controllo di un sistema digitale con il proprio corpo) per creare un camerino virtuale.

Immobiliare/automotive

Il settore che riguarda il commercio di beni immobili, può subire una svolta nella gestione delle visite alle abitazioni tramite dei “tour virtuali”. Essi permetteranno ai potenziali clienti di visualizzare in 3D spazi ed eventuali opzioni di arredamento. Gli agenti immobiliari potranno presentare le proprietà comodamente dall’ufficio con il vantaggio di un notevole risparmio di tempo e denaro per acquirente e azienda.

Una soluzione simile potrebbe essere utilizzata nel mondo delle auto con dei “showroom virtuali”, una visione a 360° di tutte le possibili soluzioni di colori/optional/interni e modelli diversi di vetture.

Il team di Eli-net non mancherà di seguire un mercato così rivoluzionario che pensa al futuro e punta a migliorare l’esperienza della clientela nell’utilizzo di servizi.

Ultimi Articoli

ARXivar – Aggiornamenti sulla Conservazione Elettronica – 3 – 2022

giovedì 21 Aprile, 2022

Nel documento allegato sono trattati i seguenti argomenti:

– Estensione obbligo di fatturazione elettronica ai soggetti forfettari – Aggiornamento regole …

Approfondisci

Chiusura aziendale | 15 – 18 aprile 2022

mercoledì 13 Aprile, 2022

Gentili Clienti,

Vi comunichiamo che i nostri uffici rimarranno chiusi al pubblico da venerdì 15 a lunedì 18 aprile e …

Approfondisci

Perché scegliere SuiteCRM

venerdì 18 Marzo, 2022

COSA SIGNIFICA “OPEN SOURCE”?

Un CRM Open Source è un software per la gestione delle relazioni con i clienti, con …

Approfondisci

ARXivar – Aggiornamenti sulla Conservazione Elettronica – 2 – 2022

giovedì 10 Marzo, 2022

Nel documento allegato sono trattati i seguenti argomenti:

– Aggiornamenti sulla fatturazione elettronica europea – Nascita del fondo per la …

Approfondisci

ARXivar – Aggiornamenti sulla Conservazione Elettronica – 1 – 2022

mercoledì 2 Febbraio, 2022

Nel documento allegato sono trattati i seguenti argomenti:

Scadenze 2022 – Esterometro – Conservazione digitale documenti fiscali – Versamento imposta …

Approfondisci

Data Privacy Day 2022, l’Italia seconda in Europa per violazioni del GDPR

venerdì 28 Gennaio, 2022

Dal 25 maggio 2018, data di entrata in vigore del GDPR, l’Italia è 2ᵃ in Europa per numero di violazioni …

Approfondisci