Da poche ore Mozilla ha rilasciato una nuova versione del suo browser opensource. Firefox64 è disponibile per il download da questa pagina anche nella versione a 64 bit, oppure installabile premendo il tasto ALT dell’interno del browser quindi scegliendo Aiuto>Informazioni su Firefox.

Tra le principlai novità spicca la scelta (fatta seguendo le orme di quanto già implementato da Google Chrome) di non gestire più i vecchi certificati Symantec. La questione, a lungo rimandata per andare incontro a tutti quei siti HTTPS che non avevano ancora provveduto ad aggiornare i propri certificati, è stata risolta definitivamente dal rilascio della versione 64.

A seconda dei siti visitati, la nuova versione di Firefox consiglierà all’utente le estensioni da aggiornare (al momento la funzionalità è limitata a raccomandare le seguenti tre estensioni: Facebook Container, Enhancer for YouTube e To Google Translate). Nel caso l’utente ritenesse questo comportamento troppo fastidioso e/o invasivo, l’opzione è facilmente disattivabile dall’apposito pannello.

Premento il tasto CTRL (CMD su Mac) sarà possibile selezionare più schede e aggiungerle contemporaneamente ai segnalibri.

Gli utenti di Windows 10 avranno la possibilità di condividere l’intero contenuto della pagina con applicazioni selezionate. Questa nuova funzionalità è accessibile cliccando sul pulsante raffigurante tre punti a destra della barra degli indirizzi escegliendo quindi la voce Condividi.

Con l’aggiornamento sarà possibile utilizzare un nuovo Task Manager accessibile digitando about:performance nella barra degli indirizzi, per verificare il consumo energetico stimato di ciascuna scheda aperta e capire  quali pagine stanno impegnando in maniera più marcata le risorse del sistema.

Mozilla ha inoltre deciso di procedere con la rimozione dei Live Bookmark e del supporto per i feed RSS e Atom.