Circa un mese fa, dopo aver portato alla luce una nuova falla di sicurezza, battezzata BlueKeep, Microsoft ha iniziato a sollecitare i propri clienti, invitandoli ad aggiornare all’ultimo rilascio tutte le vecchie versioni dei sistemi operativi Windows.
Microsoft si è occupata immediatamente di mettere a disposizione delle patch di sicurezza per XP, Server 2003 e Vista, tutti sistemi ad oggi non supportati e di conseguenza spesso inavvertitamente trascurati.

Addirittura la National Security Agency americana ha iniziato a supportare Microsoft nella sua campagna di sensibilizzazione agli aggiornamenti.

Il colosso americano dell’informatica si è affrettato a specificare che la minaccia potrebbe essere potenzialmente “wormable” sottolinenando come la vulnerabilità sia in grado di compromettere l’utilizzo dei sistemi anche senza che l’utente sia attivo in rete.

I comunicati Microsoft paragonano BlueKeep a Wannacry, il famoso ransomeware, sviluppato presumibilmente in Corea del Nord, che nel 2017 infettò centinaia di migliaia di computer causando danni per milioni di dollari.

Sebbene BlueKeep agisca prevalentemente sulle versioni di Windows più vecchie ci sono ancora milioni di dispositivi che utilizzano sistemi obsoleti e, nonostante chi di dovere si sia mosso prontamente per far rientrare l’allarme, rimane comunque un numero altissimo di postazioni potenzialmente vulnerabili.

Per non rischiare di imbattervi in BlueKeep vi invitiamo a contattare il nostro reparto sistemistico che provvederà ad effettuare tutti i controlli del caso ed eventualmente aggiornare i sistemi operativi e/o installare le patch di sicurezza sulle vostre postazioni di lavoro.

Contattaci – 041 5084980 – ass.sistemi@elinet.it