I Motori di Ricerca (MdR o Search Engine) rappresentano, in assoluto, i siti più visitati ed utilizzati dagli utenti. Questo dato non deve stupire se si pensa che il web è composto da miliardi di pagine, ed individuare il sito che più interessa è un’operazione praticamente impossibile senza alcun aiuto tecnologico.

Essere correttamente indicizzati e posizionati nei Motori di Ricerca rappresenta, pertanto, un’attività irrinunciabile per qualunque azienda che disponga di un sito web.
Per quanto il vostro sito web sia graficamente ben fatto, se non emerge nei motori non può contribuire in nessun modo al business della vostra azienda e, di fatto, rappresenta solo un “peso morto”, un’attività che non produce ritorno nell’investimento (ROI) e che quindi verrà, prima o poi, dismessa.

Il Posizionamento nei Motori di Ricerca rappresenta l’unico mezzo per ottenere visitatori profilati, prospect, clienti e quindi ottenere conversioni, cioè l’acquisto di un prodotto o di un servizio.

I siti web che si trovano nelle prime posizioni delle pagine dei risultati delle ricerche (SERP) sono, quasi sempre, quelli più visitati. Oltre la trentesima posizione, di fatto, un sito è praticamente invisibile.

IN SINTESI, A COSA SERVONO I MOTORI DI RICERCA?

Per gli utenti:

  • permettono di individuare le informazioni a cui sono interessati;
  • permettono di conoscere risorse di cui si ignorava l’esistenza;
  • aiutano a definire un percorso di lettura e di approfondimento;

Per le aziende:

  • garantiscono visibilità;
  • forniscono contatti profilati;
  • rappresentano un valido strumento ad integrazione del Marketing Mix aziendale.

COME FUNZIONA UN MOTORE DI RICERCA?

Un motore di ricerca assolve essenzialmente a tre funzioni:

      • La scansione (crawling):

Lo scopo dei motori di ricerca è quello di raccogliere informazioni dai siti presenti nella rete. Tale operazione viene realizzata da software denominati web crawler o, in gergo, spider, che in maniera automatica seguono i link presenti nelle pagine, raggiungendo il maggior numero possibile di siti web.

  • L’indicizzazione (indexing):

I contenuti di ciascuna pagina vengono poi analizzati per determinarne la rilevanza anche in funzione dell’elemento che li contiene (ad es. titoli, paragrafi, campi speciali o, i cosiddetti meta tag).

  • La ricerca (searching):

Tutte le informazioni relative alle pagine web vengono immagazzinate nel database del motore e rese disponibili alle ricerche degli utenti. Quando un utente inserisce una parola chiave (tecnicamente effettua una query tramite una keyword) nel campo di ricerca, il motore esamina il suo indice e provvede a fornire un insieme di link che puntano alle pagine che contengono i termini ricercati, sulla base di criteri stabiliti dai progettisti. Viene fornito, inoltre, un breve sommario che introduce il sito a cui la pagina afferisce.

Richiesta contatto per soluzioni web